fbpx

I giardini pubblici

I giardini pubblici

I giardini pubblici Indro Montanelli sono un parco di Milano situato nella zona di Porta Venezia.

Inaugurati nel 1784 dall’amministrazione asburgica, furono il primo parco milanese. Per oltre due secoli sono stati chiamati giardini pubblici, giardini di Porta Venezia, giardini di via Palestro o semplicemente i Giardini. Dal 2002 sono intitolati al giornalista Indro Montanelli che qui usava trascorrere parte del proprio tempo libero.

Negli anni ’40 mia zia mi portava, la domenica, a sgambettare fra i prati e a vedere gli animali in gabbia che allora popolavano i giardini. Quell’angolo di parco era conosciuto come lo “zoo di Milano”, chiuso definitivamente in seguito alle richieste degli ambientalisti nel 1992.

Dello zoo sono rimasti il padiglione che conteneva le gabbie dei grandi felini, ora riadattato a spazio didattico per il museo di scienze naturali, e la vasca delle otarie. Ma quello che più mi attraeva più di tutto erano le automobiline a pedali che venivano noleggiate a 50 centesimi di Lira ogni 15 minuti: sceglievo il mezzo fra quelli allineati al bordo del prato, mi sedevo nell’abitacolo, aspettavo che l’incaricato mi regolasse la distanza del seggiolino dai pedali e via nei viali polverosi fra sgommate e derapate come in formula uno; questo mi sembrava di fare lavorando di gambe e soprattutto di fantasia. Il tempo finiva sempre troppo presto e, coscienziosamente, non osavo chiedere un altro giro.

I giardini pubblici
Questa foto è del 1940, io sono quello col vestitino scuro e il colletto bianco.

Un altro mezzo di trasporto a disposizione dei bambini era una carrozzella trainata da due capre, in seguito sostituite con un asinello, che, per 40 centesimi di Lira, faceva un breve giro fra i viali alberati dei  giardini. 

Chi di voi ricorda e ha provato questi passatempi sicuramente ha visto passare tanta acqua sotto i ponti del naviglio ma non può certo dimenticare l’emozione di quei momenti.

Dighel ai to amis