Per l’illuminazione dell’Ottagono pensarono di costruire, alla base della cupola, una tubazione con un centinaio di ugelli e di affidare l’accensione a un marchingegno caricato a molla: il rattin.

Legel tutt